Home » Chi Siamo » Valutazione impatto sociale

Valutazione impatto sociale

Valutazione di impatto sociale per le attività svolte dalle organizzazioni del Terzo Settore

Come previsto dalla nuova normativa, che riforma il Terzo Settore, approvata nella scorsa Legislatura, cogliendo diversi punti di vista sul tema, il professor Stefano Zamagni, , docente presso l’Università di Bologna, che ha presieduto i lavori del Tavolo sulla valutazione dell’impatto sociale presso il Ministero del Welfare, ha illustrato trends e scenari di questa attività.

Secondo Zamagni essa non deve rappresentare un ulteriore aggravio per le organizzazioni del Terzo Settore, bensì un’ opportunità da cogliere per crescere e migliorare l’efficacia del proprio operato.

“Valutare non è dare un giudizio” ha sottolineato Zamagni “al contrario da un punto di vista etimologico vuol dire ‘ attribuire valore’: una definizione perfetta per chi, come noi, ha come missione quella di produrre generare valore sociale.

I NOSTRI TESTIMONIAL


La violista Anna Serova è dal maggio 2016 il nuovo volto dell’Associazione. Figura unica nel panorama internazionale, solistico e della musica da camera, la violista Anna Serova ha ricevuto nei ultimi anni dediche da alcuni dei più importanti compositori contemporanei, i quali hanno creato per lei un nuovo genere di composizione, unendo la forma del concerto all’azione scenica di un’opera di teatro.   Anna Serova ha infatti scelto di prestare la sua immagine e la sua arte a favore dell’Associazione diventandone testimonial internazionale.

Anna Serova

La Città invisibile e i nostri ambasciatori… 

 I giovani ragazzi dell’Orchestra Giovanile Falcone e Borsellino della Fondazione La Città Invisibile di Biancavilla (Catania) gli ambasciatori dell’Associazione CCSVI nella Sclerosi Multipla Onlus. I bambini che suonano in nome di Falcone e Borsellino hanno mostrato molte volte il valore civile ed etico di un riscatto possibile. La Fondazione ha ricevuto numerosi attestati e riconoscimenti istituzionali, di carattere morale: il riconoscimento del MIUR, del Senato della Repubblica, dell’Assemblea regionale siciliana, di enti prestigiosi come l’ANLAI e l’Unicef. La scuola si sostiene grazie al contributo di donatori privati senza il sostegno di finanziamenti pubblici. 

Antonella Orefice, PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE MOZART ITALIA – SEDE DI BOLOGNA. Soprano italiano diplomata in Pianoforte principale e Canto Lirico, nasce a Bologna, dove inizia lo studio del pianoforte con Crema del Conservatorio di Bologna. Durante gli studi musicali presso l’Università di Bologna DAMS, si appassiona allo studio del “Canto Lirico”. Partecipa a vari Masterclass con il tenore William Matteuzzi e Giancarlo Ceccarini, Michael Chance, con questultimo affronta la musica Barocca, sostenendo vari concerti e recital su vari compositori come Vivaldi, Scarlatti, Haendel, ecc. La sua passione l’ha portata a creare un insieme con il violinista Fabio Brunelli. Ha lavorato con il Coro di Bologna “Euridice” diretto da Pier Paolo Scattolin. Ha collaborato con il pianista Andrea Panieri. Nel 2010, ha ricevuto il primo premio al Concorso Musicale Europeo “Città di Sirolo”. Ad Atene, collabora con musicisti locali e internazionali come pianista Neville Jason Fahy con il quale ha creato il duo Musica del Cuore, Manoli Papasifakis, Regina Beletskaia, la violoncellista Susan Norton, compositori come  M. Theodorakis, George Kouvaras, George Voukanos. Sempre ad Atene si è esibita al Megaron Concert Hall, Theoharakis Foundation, Atheneum Theater, Auditorium Maria Callas, teatro antico di ILIDA in Grecia con lorchestra sinfonica tedesca Bobblingen ed il coro della Radio-Televisione greca ERT. Inoltre fa parte dellEnsemble da camera AMBERLINK. Presso teatri antichi Grecia, Cipro, Turchia, le opere Traviata (Violetta), Carmen (Micaela), Capuleti e Montecchi (Giulietta), Puritani (Elvira), Lamico Fritz (Suzel). 

Collabora e studia con Leone Magiera. Collabora con Giancarlo Ceccarini ed il regista Alberto Paloscia direttore artistico Teatro del Giglio di Livorno. Diretta da Leone Magiera, ha tenuto un Gala Concerto presso il Teaatro U. Giordano di Foggia con Marzio Giossi, Alessandro Goldoni e Monica Minarelli. Nel 2016 Carmen (Micaela) presso Circolo Lirico di Bologna, con Alessandro Goldoni e Monica Minarelli, diretti da Ricci. 

Il 16 Settembre 2017 ad Atene presso il Teatro Megaron Mousiki Gala ha tenuto il Concerto MEMORIAL MARIA CALLAS 40 anni dalla morte, col Pianista Neville Jason Fahy e Mezzosoprano Monica Minarelli. 

Antonella Orefice
 

Antonella Orefice, PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE MOZART ITALIA – SEDE DI BOLOGNA. Soprano italiano diplomata in Pianoforte principale e Canto Lirico, nasce a Bologna, dove inizia lo studio del pianoforte con Crema del Conservatorio di Bologna. Durante gli studi musicali presso l’Università di Bologna DAMS, si appassiona allo studio del “Canto Lirico”. Partecipa a vari Masterclass con il tenore William Matteuzzi e Giancarlo Ceccarini, Michael Chance, con questultimo affronta la musica Barocca, sostenendo vari concerti e recital su vari compositori come Vivaldi, Scarlatti, Haendel, ecc. La sua passione l’ha portata a creare un insieme con il violinista Fabio Brunelli. Ha lavorato con il Coro di Bologna “Euridice” diretto da Pier Paolo Scattolin. Ha collaborato con il pianista Andrea Panieri. Nel 2010, ha ricevuto il primo premio al Concorso Musicale Europeo “Città di Sirolo”. Ad Atene, collabora con musicisti locali e internazionali come pianista Neville Jason Fahy con il quale ha creato il duo Musica del Cuore, Manoli Papasifakis, Regina Beletskaia, la violoncellista Susan Norton, compositori come  M. Theodorakis, George Kouvaras, George Voukanos. Sempre ad Atene si è esibita al Megaron Concert Hall, Theoharakis Foundation, Atheneum Theater, Auditorium Maria Callas, teatro antico di ILIDA in Grecia con lorchestra sinfonica tedesca Bobblingen ed il coro della Radio-Televisione greca ERT. Inoltre fa parte dellEnsemble da camera AMBERLINK. Presso teatri antichi Grecia, Cipro, Turchia, le opere Traviata (Violetta), Carmen (Micaela), Capuleti e Montecchi (Giulietta), Puritani (Elvira), Lamico Fritz (Suzel). 

Collabora e studia con Leone Magiera. Collabora con Giancarlo Ceccarini ed il regista Alberto Paloscia direttore artistico Teatro del Giglio di Livorno. Diretta da Leone Magiera, ha tenuto un Gala Concerto presso il Teaatro U. Giordano di Foggia con Marzio Giossi, Alessandro Goldoni e Monica Minarelli. Nel 2016 Carmen (Micaela) presso Circolo Lirico di Bologna, con Alessandro Goldoni e Monica Minarelli, diretti da Ricci. 

Il 16 Settembre 2017 ad Atene presso il Teatro Megaron Mousiki Gala ha tenuto il Concerto MEMORIAL MARIA CALLAS 40 anni dalla morte, col Pianista Neville Jason Fahy e Mezzosoprano Monica Minarelli. 

Antonella Orefice
 

Pedro Pablo Pasculli (Santa Fe, 17 maggio 1960) è un allenatore di calcio ed ex calciatore argentino di ruolo attaccante, campione del mondo con la nazionale argentina nel 1986. Pasculli ha origini italiane: i nonni paterni provenivano dalla città metropolitana di Bari, precisamente da Bitonto. Ha debuttato nel campionato argentino con la maglia del Colón de Santa Fe. Nel suo paese ha giocato anche con l’Argentinos Juniors.

Arrivato in Italia, al Lecce, ha esordito in serie A nella stagione 1985-1986, la prima del club giallorosso nella massima serie. Con la squadra pugliese ha giocato per sette stagioni fino al 1992. Pasculli deteneva il primato di gol segnati da uno straniero con la maglia del Lecce (29) fino al 2004, quando Chevanton lo batté.

Nel 1994, dopo due anni di inattività, si è trasferito nel campionato giapponese, al PJM Futures Shizuoka, con cui ha giocato per un solo anno. Nel 1995-1996 è tornato in Italia e ha concluso la carriera agonistica nella Casertana, in Serie D, contribuendo al ritorno della squadra campana tra i professionisti.

Con la nazionale argentina è autore del gol decisivo negli ottavi di finale dei Mondiali 1986 (Argentina-Uruguay 1-0); nella stessa edizione si laureò poi campione del mondo con la nazionale capitanata da Diego Armando Maradona.

Pasculli vive nel Salento, dove ha allenato nei campionati regionali. Fino all’inizio 2007 ha allenato la scuola calcio “Lecce Gol” e successivamente il team della scuola calcio di Mirabello Sannitico. Nell’estate 2011, ha collaborato in qualità di istruttore al Camp Estivo Mitico Villa, un camp per ragazzi creato e diretto da Renato Villa e da Roberto Russo.

Nel 2002 è chiamato a guidare il Verbania in Serie D, venendo esonerato alla 18ª giornata. Da maggio a settembre 2003[senza fonte] è stato il commissario tecnico della Nazionale di calcio dell’Uganda e l’anno seguente è stato nominato commissario tecnico della Nazionale di beach soccer dell’Italia.

Nel 2005 è stato ingaggiato dalla Dinamo Tirana (massima divisione albanese) prima come allenatore e poi come direttore tecnico.[senza fonte] Con la nuova squadra ha ottenuto il terzo posto alle spalle del KF Tirana e dell’Elbasani.

Nel 2006-2007 ha allenato l’Horatiana Venosa (Eccellenza Lucana), facendola promuovere in Serie D.

Ha allenato la Toma Maglie nel campionato di Eccellenza pugliese e viene esonerato a febbraio 2008.

Nel mese di ottobre 2010 è stato ingaggiato dal Paternò nel campionato di Eccellenza siciliana, ma l’ha lasciato dopo poche settimane a causa della stiuazione tecnica ed economica della squadra.

L’8 marzo 2012 è stato ingaggiato dal Cittanova Interpiana, nel campionato di Serie D 2011-2012.

Nel campionato 2012-2013 si trasferisce a Reggio Calabria per allenare il Bocale (squadra di un quartiere di Reggio che disputa il campionato di eccellenza) ma il 17 dicembre 2012 rescinde il contratto per problemi familiari.

Nell’agosto 2013 diventa allenatore della formazione Berretti del Lecce, poi, fa un’esperienza nel 2015 in Egitto come consulente in alcune scuole calcio del paese. Il 19 gennaio 2017, viene assunto come nuovo allenatore della Torres in Serie D. L’avventura sarda dura però solo 2 mesi e il 20 marzo viene esonerato.

Il 28 gennaio 2019, viene assunto come nuovo allenatore del Valdiano, squadra che milita nel campionato di Eccellenza campana. Con il club valdianese retrocede in Promozione, sconfitto ai playout dal Faiano. (Fonte Wikipedia)

Pedro Pablo Pasculli

Ivan Monighetti
 

ARTISTI AL NOSTRO FIANCO


Andrea Bocelli

Giorgio Panariello

Nek

ELEGY OF MADNESS

Francesco Narducci

RICONOSCIMENTI


L’Associazione nazionale e le Associazioni territoriali hanno ricevuto, nel corso di questi anni, diversi riconoscimenti:

  • Patrocinio Senato della Repubblica per la II Settimana della CCSVI – Anno 2016 

  • Premio “Marco Biagi” all’Associazione CCSVI nella Sclerosi Multipla – Emilia Romagna – Anno 2016

  • Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana On. Sergio Mattarella per il concerto “Musica per la Ricerca” del 4 maggio 2015 in occasione della I Settimana della CCSVI 

  • Patrocinio del Senato della Repubblica per la I Settimana della Consapevolezza sulla CCSVI  

  • Patrocini di 55 tra Comuni e Città per la I Settimana della Consapevolezza sulla CCSVI

  • 26 Novembre 2016: I nostri volontari del Servizio Civile nazionale hanno incontrato Papa Francesco 

Su invito del Sottosegretario di Stato Luigi Bobba, in occasione dei quindici anni dall’istituzione della legge sul Servizio Civile Nazionale, i Nostri volontari del SCN hanno incontrato Papa Francesco il giorno 26 novembre 2016 presso la Sala Nervi di Città del Vaticano. Per noi è stato un grande onore che Papa Francesco abbia voluto rivolgere ai giovani in Servizio civile un saluto particolare insieme a parole di apprezzamento per la scelta di dedicare un anno della loro vita ad opere, progetti e attività di alto valore sociale.

 

 

  • Pasqua 2015

Il cardinale di Bologna Carlo  Caffarra, emulando il buon samaritano, si reca in visita pastorale nella abitazione del nostro socio fondatore Alessandro Cavazza.

  • Premio Marco Biagi 2016 conferito alla nostra Associazione

Il premio è arrivato alla sua decima edizione e ha voluto valorizzare le associazioni senza fine di lucro che si sono particolarmente distinte nell’assistenza sociale e sanitaria e nella formazione di persone e categorie svantaggiate. Così il presidente della Associazione CCSVI nella sclerosi multipla Emilia-Romagna Francesco Tabacco è intervenuto a margine del conferimento del premio. Il conferimento del premio all’associazione che presiedo e per me una grande opportunità, poiché per me che ho avuto l’onore di conoscere il professor Marco Biagi è occasione per ricordare alle giovani generazioni che Biagi fu ucciso per le sue idee di riforma del mercato del lavoro in Italia, contenute nel Libro Bianco, un documento scritto insieme a Maurizio Sacconi e altri giuristi. Pensava all’Europa Marco Biagi. A quell’Europa che «occupa» ma soprattutto sa «rioccupare». E lo aveva fatto in anticipo, intuendo l’inevitabilità di uno sguardo ampio, di un approccio senza condizionamenti. Pensava che non ci sono tutele se le tutele non sono per tutti. A 14 anni dalla sua morte, si riparte da qui. Da quello che del suo Libro Bianco è stato realizzato, ma pure da quello che non lo è stato. Da quelle, ad esempio, agenzie per il lavoro che, prima, quando l’economia cresceva, hanno caratterizzato il lavoro in somministrazione come la porta d’ingresso verso un’occupazione stabile, e che oggi, che i numeri tra recessione e spread sono quel che sono, si candidano ad essere una stampella nei processi di collocamento. Si riparte dall’apprendistato che ha, a lungo, rischiato di finire “fuori moda”, destinato solo ad alcune professioni artigiane di nicchia, e che ora invece sarà il contratto prìncipe per assumere tecnici, certamente, ma anche ricercatori, avvocati, commercialisti. Si riparte dalla convinzione che se è dei giovani e degli inoccupati che bisogna in particolare occuparsi non per questo bisogna scordare chi è dall’altra parte del percorso: chi il lavoro l’ha avuto ma, poi, lo ha perduto.

 


ASSOCIAZIONE SCLEROSI MULTIPLA ALBERO DI KOS - CF: 91321490376 - IBAN: IT62R0306902478100000009298